SICILITUDINE – TRA MARE E VULCANO, TRA TEMPO E TRADIZIONI

Inizierò il mio racconto prendendo spunto da queste poche righe:

“È facile essere felici in Sicilia, ma è un’operazione che richiede un adattamento biologico oltre che culturale: bisogna imparare a vivere il tempo alla maniera siciliana”.
(Odissea siciliana – Francine Prose)

Tra queste poche parole è riassunto un immenso concetto di “sicilitudine”, un atteggiamento nei confronti della vita tutto particolare. Perché si, in Sicilia si vive con un altro ritmo!

Inizialmente, per chi non è nato in questa terra può apparire quasi irritante, ma una volta che ci si adatta si vive bene, si vive felici, al ritmo naturale della vita, scandendo ogni momento e rendendolo magico.

Non parlo di chissà cosa, ma di cose semplici e quotidiane.

Una chiacchierata mentre si mangia, una granita al bar, un pranzo la Domenica tutti in famiglia (si a volte sono un po’ lunghi lo ammetto), una birra al tramonto o stare semplicemente seduti in spiaggia ad ascoltare il suono del mare … tutto scandito quasi a rallentatore.

Sono nato tra Taormina e Catania, tra il mare e il vulcano … in una terra zeppa di tradizioni a volte pittoresche, a volte strane, frutto di una cultura millenaria e dell’uso di una lingua comune, il siciliano.

Capite bene che uno scenario del genere è difficile da trovare altrove e parlo da ragazzo che ha viaggiato e vissuto fuori da questa Terra.

Involontariamente hai sempre un cordone legato a queste abitudini, a questi luoghi e a questo cibo!

Così accade che sei a Milano e cerchi il bar di un compaesano che produce granite e arancini, guardi uno specchio d’acqua e pensi al mare e poi, poi cerchi un punto di riferimento, che sta in alto, come se ti guardasse, come se ti facesse sentire al sicuro e protetto.

Un grattacielo, una montagna, qualsiasi cosa che ti ricordi mamma Etna!

A proposito, non ricordo una volta soltanto che atterrato all’aeroporto di Catania il primo sguardo non sia stato rivolto verso di Lei, come un segno di rispetto e a volte di timore, nei confronti di chi ti ha accolto tra le sue braccia fin dalla nascita. C’è la neve? E’ coperta dalle nuvole? C’è del fumo o della lava? Non importa, sai che è lì e sorridi …  

Prendo l’auto direzione Messina verso Taormina e lungo tutto il tragitto c’è sempre lei che mi guarda e cambia faccia ogni km che passa, fino all’uscita di Giardini Naxos.

No, non esco a Taormina, esco proprio a Giardini Naxos che per la cronaca è la prima colonia greca in Sicilia.

Esco lì perché voglio arrivarci tramite la strada statale per salire fino al Capotaormina, fermarmi un attimo e ammirare il panorama, un panorama mozzafiato dove tutte le macchine rallentano o si accostano, spesso senza mettere la freccia, per scattare una foto.

E poi arrivi a casa, Taormina bella d’Estate e bella d’Inverno.

L’Estate e migliaia di turisti, i concerti al Teatro Greco, i bagni a mare e le birre in spiaggia sono i primi ricordi che scrivo di getto.

E se penso all’inverno? Magico e intimo il periodo natalizio, con le sue eleganti luci e lo “zucco” del 24 sera, lo adoro!!!!

Cos’è lo zucco ti starai chiedendo …. è un falò che viene acceso ritualmente la Vigilia di Natale davanti alle chiese di molte città della Sicilia orientale e trae le proprie origini dalle antiche tradizioni pagane, acquisite successivamente dal Cristianesimo.

Intorno al fuoco, la tradizione rivive attraverso momenti conviviali e aggregativi, con canti popolari, balli e suoni. Per le vie del paese si diffonde il suono delle zampogne e delle ciaramelle, mentre le fiamme diventano sempre più alte.

Una di quelle tante tradizioni a cui è difficile rinunciare.

Questi sono i miei luoghi, le mie tradizioni, la mia sicilitudine … Una terra dove anche la natura sprofonda nel mito e il mito convive con la storia e la memoria, fatta di contrasti, tra luci e ombre.

Perché quando te ne vai dalla Sicilia, quando l’aereo decolla, non stai lasciando un luogo, stai lasciando un modo di vivere. 

Un modo di vivere che ti ha fatto più felice.

#Sicilitudine

#BirraMessina @birramessina

#Adv

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...